PER ULTERIORI INFORMAZIONI: 095 382529


facebook
instagram
youtube
whatsapp
ludumelefante

LUDUM MUSEO DELL'EXIBIT E DEL GIOCO SCIENTIFICO 

​DA NOI LA SCIENZA... È UN GIOCO!

 

ludumscritta

Science Center 


facebook
instagram
youtube
whatsapp

L'inafferrabile verità sulla barba

2021-01-12 17:00

Ludum Science Center

Curiosità scientifiche,

L'inafferrabile verità sulla barba

L'inafferrabile verità sulla barba .È uno dei caratteri sessuali secondari maschili.

È uno dei caratteri sessuali secondari maschili.

In molte culture la barba rappresenta un vero e proprio elemento di espressione esteriore della dignità virile (come ricordano anche espressioni del tipo "l'onor del mento").

In altre la barba è indice di invecchiamento, per cui viene regolarmente tagliata.

La barba è una caratteristica umana, gli scimpanzé, il parente più prossimo all’uomo, hanno peli su tutto il corpo tranne proprio che intorno alla bocca, dove cresce la barba, e in ogni caso resterebbe da spiegare perché la maggior parte delle donne non ce l’ha.

La ragione del perché l’uomo ha perso i peli dalla maggior parte del corpo ma li ha mantenuti sul viso va spiegata, con la teoria della selezione sessuale: il meccanismo che assieme alla selezione naturale interviene sull’evoluzione delle specie, e che fu studiata da Darwin nell’Ottocento.

Darwin capì che, ai fini di assicurarsi maggiori possibilità di riprodursi, gli esemplari di una specie sviluppano diverse caratteristiche sessuali secondarie – penne più colorate, corna più grosse – per due diversi motivi: attrarre un maggior numero di esemplari di sesso opposto e spaventare e sopraffare gli altri individui dello stesso sesso.

Secondo Darwin la barba agisce in questo senso per gli uomini, e ipotizzò che attraesse le donne. «In breve: gli uomini oggi hanno la barba perché alle nostre antenate donne piaceva».

La percezione delle femmine, illusoria o meno, è ferma.

Uomo con la barba uguale uomo più adulto, quindi più saggio, più forte e più aggressivo di altri. Il maschio dominante ha maggiori opportunità di accoppiamento, intimidisce i rivali. Perfetto per fare cuccioli d'uomo.

Lo dimostra la barba onnipresente nella serie del Trono di spade. Peli su re, cavalieri, guerrieri, eroi. Vili, perfidi e deboli sono più spesso lisci.

L'esclusione vale invece per i supereroi moderni che invece , non devono nascondere niente e che sono tutti rigorosamente gabli, Superman, Captain America, Spiderman; Batman non un pelo a intonsare il volto dell'eroe.

Le femmine umane inoltre hanno anche parametri più sofisticati nella valutazione del maschio, amano chi ha atteggiamenti anticonformisti come segno di coraggio , esiste una correlazione tra il numero di uomini che portano la barba e la percentuale di donne che ne sono attratte, cioè se sono molti gli uomini che portano la barba, minore è la percentuale di donne che dice di esserne attratta.

A dire il vero esistono dei casi in cui anche alcune donne hanno portato la barba.

Ad alcune monache, o vergini, come santa Paula di Avila e la martire portoghese santa Liberata, spuntò all'improvviso sul volto una barba piena e lunga, che teneva miracolosamente alla larga i malintenzionati!

La barba delle donne, in questo contesto, viene interpretata cristianamente come un provvedimento divino per difendere queste donne.

Nel corso della storia ci sono altri esempi di donne barbute e tuttora esistono dei fenomeni simili.

Il caso di Maddalena Ventura, (protagonista del dipinto Donna barbuta con marito e figlio di Jusepe de Ribera del 1631), venne interpretato come miracolo della natura. In altri casi le ragazze barbute si sono esibite nei circhi, nei teatri, nello spettacolo.

Al giorno d'oggi questo genere di manifestazioni si spiegano, dal punto di vista medico, come delle disfunzioni ormonali, causate a volte da cure particolari, e vengono curate fino alla definitiva scomparsa della barba dai visi femminili.

Si racconta ancora che il tiranno Dionisio o Dionigi di Siracusa , uomo crudele, avaro e con molti nemici politici.

Alla statua di Esculapio, figlio di Apollo (Apollo veniva rappresentato nelle statue senza barba), fece radere la barba d’oro giustificando il fatto come un gesto di rispetto nei confronti del padre. Esculapio non poteva essere barbuto ed il padre Apollo no.

In generale considerando che quasi tutte le civiltà eccetto nell'Antico Egitto, la religione ha imposto, in modo più o meno decisivo, l'obbligo di portare la barba, forse pure dio aveva la barba. Attualmente, nella nostra società, l'uomo ha perso il suo sentimento religioso, o forse dio ha rinunciato alla barba?

Fonti : Dio aveva la barba? Tesi di Laurea di Elena Penner Università Ca' Foscari Venezia ; ilpost. It ; repubblica. It La barba è un messaggio sessuale. Non per le donne, ma per gli altri maschi di Katia Ricciardi.

Polo Commerciale Centro Sicilia, Contrada Cuba - 95045 Misterbianco CT  |  Email : info@museodellascienza.com   |   Tel : 3401234567

Copyright 2020 © LUDUM, All Right Reserved.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder